Archivi impossibili. Unossessione dellarte contemporanea.pdf

Archivi impossibili. Unossessione dellarte contemporanea PDF

Cristina Baldacci

Ben prima che la diffusione dei social network e dei mezzi di registrazione ci rendesse tutti potenziali archivisti, gli artisti contemporanei hanno ripensato le forme di catalogazione usando linguaggi e media a loro disposizione, spesso ispirandosi a compendi visivi e musei portatili di illustri antecedenti novecenteschi, come il Bilderatlas di Warburg e il museo immaginario di Malraux. Dallatlante di Gerhard Richter, una collezione di migliaia di immagini utilizzate come fonti iconografiche per la pittura, allalbum di Hanne Darboven, una monumentale cosmologia che condensa storia personale e memoria collettiva, al museo di Marcel Broodthaers, un sagace strumento di critica istituzionale, allo schedario di Hans Haacke, un mezzo di indagine e di impegno sociopolitico, il furore archivistico si è ormai impossessato della pratica artistica. Che dietro ogni slancio tassonomico ci sia desiderio di ordine, ricerca identitaria, insofferenza verso la tradizionale organizzazione della conoscenza e del potere o un mero horror vacui che spinge i disposofobici a realizzare dei veri santuari della banalità, alla base cè sempre il bisogno di restituire una logica più profonda a relitti e tracce: prelevati, assemblati e reimmessi in un nuovo contesto, si caricano di un valore inatteso. Ecco allora che larchivio non è più solo un cumulo inerte di documenti da cui scaturisce quel turbamento che Derrida associa al processo mnestico, ma diventa, in senso foucaultiano, un dispositivo critico capace di rigenerare le consuete logiche di salvaguardia, utilizzo e diffusione del sapere, di riattivare la memoria e la coscienza politica. In questottica, lartista diventa attore primario del cambiamento sociale e culturale. Cristina Baldacci ripercorre in questo volume la lunga e articolata storia dellinteresse per la pratica archivistica ricomponendo il ricco mosaico dei ruoli e dei significati che larchivio ha assunto nel corso del tempo e la sua rilevanza come opera darte, quindi come sistema classificatorio atipico e, per certi versi, impossibile.

Sabato Cristina Baldacci, autrice di Archivi impossibili. Un’ossessione dell’arte contemporanea edito da Johan & Levi, è stata invitata a parlare di archivi e arte contemporanea.

3.95 MB Dimensione del file
8860101905 ISBN
Gratis PREZZO
Archivi impossibili. Unossessione dellarte contemporanea.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.thebestoftexasbarbecue.com o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Sabato 10 marzo 2018 h.15.30 Furor d’archivio. Dispositivo per l’arte contemporanea in dialogo con Cristina Baldacci Un altro appuntamento a cura di Arteco nell’ambito della residenza d’artista dei Parasite 2.0 al Centro Arti Plastiche di Carrara e della mostra

avatar
Mattio Mazio

ARCHIVI IMPOSSIBILI Un’ossessione dell’arte contemporanea Cristina Baldacci Introduzione L’azione dell’archiviare deriva sì dalla necessità di fare ordine tra i frammenti della storia, ma, prima ancora di essere un deposito di residui e testimonianze del passato, l’archivio è un luogo amministrativo e legislativo.Prima dell’archivio come memoria storica, esiste l’archivio come

avatar
Noels Schulzzi

CRISTINA BALDACCI ARCHIVI IMPOSSIBILI. Un'ossessione dell'arte contemporanea Mercoledì 13 dicembre ore 15.00 ex Chiesa di San Carpoforo (Via Formentini 10 - … Archivi impossibili / Cristina Baldacci / 2016 / Well before the spread of social networks and recording methods turned all of us into potential archivists, contemporary artists came up with new cataloguing systems using the languages and media available to them, often taking inspiration from the visual compendia and “portable museums” of illustrious 19th century predecessors, such as

avatar
Jason Statham

Archivi impossibili. 15/05/2017. Paola Di Cori. Linkedin Share Button; una serie di passaggi tra necessità di conservare e selezionare i resti mnestici del passato e le nuove strategie dell’arte contemporanea. Archivi impossibili. Un’ossessione dell’arte contemporanea, Johan & Levi, 2016. In …

avatar
Jessica Kolhmann

Fulvio Ravagnani, Due sguardi all'effimero. Cesta dei granchi. Cristina Baldacci, Archivi impossibili. Un'ossessione dell'arte contemporanea. Inventario privato Materia di insegnamento: Museologia del contemporaneo; a.a. 2019-2020, primo semestre; inizio lezioni 16 ottobre, fine lezioni 29 ... Ricevimento: Mercoledì dalle 14,30 alle 17,30; Venerdì dalle 9,30 alle 13 in Archivio Storico ... C. Baldacci, Archivi impossibili. Un'ossessione dell'arte contemporanea, Johan & Levi 2016 ...