Carte archeologiche della Sardegna.pdf

Carte archeologiche della Sardegna PDF

Antonio Taramelli

Vengono qui riprodotte, a cura di Alberto Moravetti e arricchite di un utile indice, le 10 carte dei giacimenti archeologici sardi che il Taramelli aveva pubblicato nel 1929 unitamente a 3454 schede.

Carte archeologiche della Sardegna, Libro di Antonio Taramelli. Sconto 5% e Spedizione con corriere a solo 1 euro. Acquistalo su libreriauniversitaria.it! Pubblicato da Delfino Carlo Editore, collana Archeologia. Serie reprints, data pubblicazione gennaio 1994, 9788871380773. Le Carte Archeologiche della Sardegna. L'elenco dei nuraghi sul sito contiene in questo momento oltre 1800 voci. Sono elencati i nuraghi della provincia di Oristano e solo in parte delle altre province. Dei nuraghi viene riportato l'ubicazione in coordinate geografiche e l'altitudine sul livello mare basato sulla misurazione usato da Google Earth.

2.36 MB Dimensione del file
8871380770 ISBN
Carte archeologiche della Sardegna.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.thebestoftexasbarbecue.com o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Il Villaggio Nuragico di Barumini, è il più grande della Sardegna, si trova nei ... formato in particolare dalle collezioni archeologiche Pischedda, Carta, Sanna ... P. Melis, Carta del danno e del rischio dei monumenti archeologici del ... alla Carta Archeologica della Sardegna, Carlo Delfino editore, Sassari 2002, pp. 1-96 .

avatar
Mattio Mazio

La Sardegna è conosciuta principalmente per le sue magnifiche spiagge dalla sabbia bianca e dall’acqua cristallina. Ma la sua cultura millenaria ha lasciato alcuni interessanti siti archeologici che spesso passano in secondo piano nella programmazione di un viaggio sull’isola. La Sardegna è stata testimone del passaggio di numerosi popoli e civiltà, che hanno lasciato una traccia

avatar
Noels Schulzzi

Come accennato, numerosi siti archeologici, dimostrano una frequentazione del ... di più belli e meglio conservati esempi di architettura romanica in Sardegna. ... archeologici presenti nel comune con la supervisione della Soprintendenza e ... La categoria Siti archeologici appartenente alla sezione I luoghi della storia dei ... si sviluppa il percorso archeologico urbano piu' ampio della Sardegna.

avatar
Jason Statham

Alla scoperta di una Sardegna nuova e insolita. Quella di luoghi ricchi di monumenti che testimoniano la presenza di popoli e civiltà antichissime. Tra i primi a scoprire i magnifici paesaggi che questa isola nasconde furono le popolazioni nuragiche che tra il 1800 e il 1000 a.C. hanno abitato questa terra.

avatar
Jessica Kolhmann

Il territorio sardo, ricco di testimonianze del passato, interessò sin dagli albori dell'archeologia gli studiosi della materia. All'inizio l'attenzione verso le antichità dell'isola fu soprattutto di tipo antiquario e solo nell'Ottocento, con gli studi e l'opera del canonico Giovanni Spano, si arrivò ad acquisire un approccio moderno verso la materia. Lo Spano, da instancabile ricercatore Altri nuraghi sono stati estratti dal layer della Regione Sardegna relativo all'edificato da cui sono stati estratti i record relativi ai nuraghi. Questi dati sono poi stati accorpati in un unico archivio insieme ai Dolmen anch'essi estratti dal layer relativo all'edificato della Regione Sardegna e le Domus de Janas con i Menhir provenienti da wikimapia .