La scomparsa del pensiero. Perché non possiamo rinunciare a ragionare con la nostra testa.pdf

La scomparsa del pensiero. Perché non possiamo rinunciare a ragionare con la nostra testa PDF

Ermanno Bencivenga

Perché un candidato alla Presidenza degli Stati Uniti può vincere le elezioni sbraitando menzogne come Costruirò un muro fra gli Stati Uniti e il Messico e sarà il Messico a pagarlo? Perché abbiamo voglia di comprare una confezione di Nespresso dopo aver vistò lennesima pubblicità con George Clooney? Perché se ci troviamo in una città sconosciuta camminiamo con lo sguardo incollato allo schermo del telefonino, preoccupati solo di non perdere di vista Google Maps? Se non riconosciamo più le incoerenze logiche e ci facciamo guidare dagli impulsi emotivi, lasciando che siano altri cervelli (magari digitali) a pensare al posto nostro, che cosa sta succedendo? Logico e filosofo del linguaggio, Ermanno Bencivenga smaschera la più insidiosa delle catastrofi del nostro tempo: la capacità di ragionare rischia di scomparire. Ma ragionare significa tacitare le emozioni e gli impulsi per fare spazio alle idee e, soprattutto, a una discussione ordinata che le analizzi e ne determini il valore, aprendo nuove strade alla nostra convivenza. Raccontando la sua esperienza di professore, Bencivenga mostra che questa catastrofe gentile, tanto silenziosa quanto devastante, riguarda soprattutto le nuove generazioni, che sono più esposte alla proliferazione forsennata dei mezzi dinformazione e di comunicazione, diventati ormai troppo veloci e potenti rispetto al tempo che il pensiero logico richiede. Con il risultato inquietante che i giovani si abituano sempre più allidea che qualcun altro, o meglio qualcosaltro, ragionerà per loro. Un saggio schietto e tagliente, che ci mette in guardia di fronte alle insidie di una mutazione antropologica che sottrae alla nostra specie la sua risorsa più preziosa: il ragionamento.

16 mar 2011 ... Più vicino a noi, abbiamo il calderone arabo del mediterraneo, con ... scomparsa la via di mezzo e, con essa, la capacità di ragionare con la propria testa. ... Si sposa una linea, e non per ragionamento, ma bensì perché quella è ... Parliamo tanto di libertà, ma siamo noi stessi a scegliere la nostra schiavitù. Non sono del settore,voglio pensarla così perché voglio essere in buona fede e non ... Ne riparli con la nostra collega, se è ancora seguita da lei. ... Io intendo ossessione come pensiero, non i percorsi mentali che si fanno per arrivare al risultato. ... aumentava e pensieri che nn desideravo, erano presenti nella mia testa.

1.29 MB Dimensione del file
8807173204 ISBN
La scomparsa del pensiero. Perché non possiamo rinunciare a ragionare con la nostra testa.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.thebestoftexasbarbecue.com o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Logico e filosofo del linguaggio, Ermanno Bencivenga smaschera la più insidiosa delle catastrofi del nostro tempo: la nostra capacità di ragionare rischia di scomparire.

avatar
Mattio Mazio

Perché non possiamo rinunciare a ragionare con la nostra testa, Feltrinelli, Milano 2017, 144 pp. Nicolò Valenzano Tra le molte conseguenze che si possono mettere in luce a proposito della cultura digitale, sono indubbiamente rilevanti quelle attinenti alla dimensione cognitiva, in particolare relative al pensiero critico e riflessivo. Ha fondato e diretto per trent’anni (fino al 2011) la rivista internazionale di filosofia Topoi. Collabora al quotidiano "Il Sole-24 Ore". Tra i suoi saggi più recenti, La scomparsa del pensiero. Perché non possiamo rinunciare a ragionare con la nostra testa (Feltrinelli, 2017).

avatar
Noels Schulzzi

Compra La scomparsa del pensiero. Perché non possiamo rinunciare a ragionare con la nostra testa. SPEDIZIONE GRATUITA su ordini idonei

avatar
Jason Statham

L’esercizio del pensiero è necessario per sentirci uomini consapevoli della nostra esistenza piena zeppa di limiti e contraddizioni. Questo è l’argomento centrale del curioso saggio di Ermanno Bencivenga intitolato La scomparsa del pensiero: perché non possiamo rinunciare a ragionare con la nostra testa pubblicato dalla casa editrice Feltrinelli.

avatar
Jessica Kolhmann

Ermanno Bencivenga parte dalla considerazione della società attuale. In questo suo La scomparsa del pensiero.Perché non possiamo rinunciare a ragionare con la nostra testa (Feltrinelli, Milano, 2017) il filosofo calabrese ci informa delle condizioni in cui versa oggi il nostro Pianeta. «Ogni speranza di salvare l’ambiente… o di produrre cibo a sufficienza o trovare una via d’uscita Perché non possiamo rinunciare a ragionare con la nostra testa ISCRIZIONI IN FONDO ALLA PAGINA Venerdì 20 ottobre 2017 alle ore 16.30, presso l’Auditorium Comunale, il prof. Ermanno Bencivenga incontrerà i docenti e le persone presenti per affrontare il tema “ Perché non possiamo rinunciare a ragionare con la nostra testa”.