Hospes. Il volto dello straniero da Leopardi a Jabès.pdf

Hospes. Il volto dello straniero da Leopardi a Jabès PDF

A. Folin (a cura di)

Lo scadere del decennale della morte di Edmond Jabès, offrì, nel 2001, loccasione per una serie di incontri tra filosofi, poeti, antropologi e critici attorno ai temi - che furono i suoi - dellospitalità e dello straniero. Accanto al nome di Jabès fu evocato quello di Leopardi, quasi a far reagire, sullo sfondo della crisi dei fondamenti che contrassegna la modernità, due visioni del mondo del tutto differenti, ma che si misurano sullidentico problema di come rapportarsi allaltro di fronte allindividualità delle singole esistenze finite. Il volume raccoglie contributi importanti che spaziano dallesegesi letteraria alla speculazione filosofica, dallindagine filologica alla riflessione antropologica.

Hospes. Il volto dello straniero da Leopardi a Jabès / Folin Alberto – Venezia : Marsilio, 2003. - 319 p. (Testi e Studi Leopardiani ; 5). 2562: Immaginare l'Europa nel mondo postcoloniale. Gramsci e i Sud del pianeta / Ciccarelli Roberto – [S.l. : s.n.], 2003. - 49 p. 2443 Gli hegeliani di Napoli e la costruzione dello Stato unitario. Mostra – Napoli : nella sede dell’Istituto, 1987. - 604 p., 30 tav. 1292: Gli hegeliani di Napoli e la costruzione dello Stato unitario. Mostra – Roma : Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, 1989. - 604 p., 30 tav. 111

9.12 MB Dimensione del file
8831782614 ISBN
Gratis PREZZO
Hospes. Il volto dello straniero da Leopardi a Jabès.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.thebestoftexasbarbecue.com o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Questa ed altre poesie e testi di Edmond Jabès arricchiscono il Laser odierno, va anche ricordato il suo importante volume “Hospes. Il volto dello straniero da Leopardi a Jabès”

avatar
Mattio Mazio

A. Folin: Acquista online nel reparto Libri. Condizioni generali di vendita | Condizioni d'uso del sito | Informativa sulla risoluzione alternativa controversie consumatori - ADR/ODR | Informativa sulla privacy | Informativa sulla garanzia legale di conformità | Informativa sul diritto di recesso | Informativa sul RAEE | Informativa sui cookie | Codice di Autoregolamentazione Netcomm Il volto dello straniero da Leopardi a Jabès, a cura di Alberto Folin, Marsilio, Venezia 2003, 131). Il libro, in quanto memoria dell’Assente che parla - è voce di questo amore: perciò, una biblioteca - in particolare se custode di testi sacri e spirituali, come specialmente è una biblioteca monastica - è custodia dell’Altro, traccia dell’assente presenza dell’Amato trascendente e

avatar
Noels Schulzzi

Hospes. Il volto dello straniero da leopardi a Jabès Marsilio 2001. I diletti del vero. Lezioni leopardiane Il Poligrafo 2001. Uno straniero con, sotto il braccio, un libro di piccolo formato Edmond Jabès. Alle frontiere della parola e del libro Il Poligrafo 1991. Il percorso Pironti 1991. … Leggi il libro Sturmtruppen. Le truppe d'assalto tedesche 1914-1918 PDF direttamente nel tuo browser online gratuitamente! Registrati su piccoloatlantedellacorruzione.it e trova altri libri di Ian Drury!

avatar
Jason Statham

di Jabès, cfr. A. Folin (a cura di), Hospes. Il volto dello straniero da Leopardi a. Jabès; A. Prete, Del confine e delle sue trasparenze. Margini per Blanchot, Jabès .

avatar
Jessica Kolhmann

È ospite di un pensare-immaginare rivolto all’Infinito-Altro, che mira, cioè, all’ultimo, laddove sa di naufragare” (Hospes. Il volto dello straniero da Leopardi a Jabès Il volto dello straniero da Leopardi a Jabès, a cura di Alberto Folin, Marsilio, Venezia 2003, 256). Di conseguenza, l’ospitalità è la regola, concepita come il dovere “di accogliere e onorare lo straniero, perché ciascuno di noi è a sua volta uno straniero in cerca di ospitalità” (255).