Innesto di architettura contemporanea su edifici preesistenti nei tessuti urbani. Separazione o integrazione.pdf

Innesto di architettura contemporanea su edifici preesistenti nei tessuti urbani. Separazione o integrazione PDF

Elena Giussani

Il contesto urbano contemporaneo genera nuove problematiche per larchitettura, che non deve più solo costruire ma trasformare. Gli approcci tradizionali della progettazione sul costruito sono due, di senso opposto: restauro degli edifici di valore storico artistico, demolizione e ricostruzione per i restanti manufatti

Architettura moderna e contemporanea in Sardegna. lunedì 17 dicembre 2012. Stazione di stazione si articola intorno ad un pensilina metallica che segue l'ampia curva con cui i binari si addentrano nel tessuto urbano. i giardini interni e l’uliveto sono un complemento all’integrazione ambientale del complesso di edifici

5.49 MB Dimensione del file
8865074426 ISBN
Innesto di architettura contemporanea su edifici preesistenti nei tessuti urbani. Separazione o integrazione.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.thebestoftexasbarbecue.com o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

L’architettura si appropria dei segni del paesaggio per costruire una nuova realtà, un nuovo paesaggio urbano che sia contemporaneamente un ponte steso a collegare mare e città, città e territorio, turisti ed abitanti secondo una logica per niente bucolica ma profondamente moderna.

avatar
Mattio Mazio

ROMA - Storia, urbanistica, architettura (da Costantino a Gregorio VII) ROMA Città capitale d'Italia e sede del papato, situata nel Lazio, sulle rive del Tevere, a km 23 ca. dal mar Tirreno. Storia, urbanistica, architettura. - Già divisa in età augustea in quattordici regioni, la città di ROMA - Storia, urbanistica, architettura (da Costantino a Gregorio VII) in età antica vide il suo Progetto di continuità: il laterizio nell’integrazione dell’antico Un’indagine dedicata all’impiego delle tecniche connesse al laterizio nella conservazione e nel riuso degli edifici storici tracciata attraverso un’analisi di esperienze condotte in Italia nel passaggio tra XX e XXI secolo.

avatar
Noels Schulzzi

Innesti urbani: ... ma anche perché con il progetto di tutti gli spazi di separazione ... o fisiche. Il margine è interscalare: dalla facciata di un edificio al confine di una città il margine assume ... dottorale sul tema della rigenerazione dei tessuti urbani della ... recinto inteso come atto archetipo di architettura per eccellenza.

avatar
Jason Statham

Sara Marini Architettura parassita Strategie di riciclaggio per la città. Quodlibet, Macerata 2009 Michele Costanzo Il saggio di Sara Marini, Architettura parassita, è una riflessione su un genere di realtà in continua modificazione riguardante l’edilizia corrente che metaforicamente costituisce la trama e l’ordito del tessuto delle città. Nel suo percorso concettuale, si scandisce in SIENA (lat. Saena Etruriae, Sena Iulia). Città della Toscana, posta in una zona collinare tra le valli dell'Arbia e dell'Elsa. Urbanistica. Lo sviluppo urbanistico di S. in età medievale è materia estremamente complessa, che, allo stato attuale degli studi, può essere trattata solo a grandi linee e documentata con sufficiente grado di attendibilità essenzialmente nella sua fase finale

avatar
Jessica Kolhmann

Architettura moderna e contemporanea in Sardegna. lunedì 17 dicembre 2012. Stazione di stazione si articola intorno ad un pensilina metallica che segue l'ampia curva con cui i binari si addentrano nel tessuto urbano. i giardini interni e l’uliveto sono un complemento all’integrazione ambientale del complesso di edifici