Psicotraumatologia e mentalizzazione. Questioni poste dalla comorbilità tra disturbi di personalità borderline con dipendenza da sostanze.pdf

Psicotraumatologia e mentalizzazione. Questioni poste dalla comorbilità tra disturbi di personalità borderline con dipendenza da sostanze PDF

Carmela Mento

Sfortunatamente, oggi, domenica, 26 agosto 2020, la descrizione del libro Psicotraumatologia e mentalizzazione. Questioni poste dalla comorbilità tra disturbi di personalità borderline con dipendenza da sostanze non è disponibile su sito web. Ci scusiamo.

rio rivisitare anzitutto la questione della diagnosi e della organizzazione clinica dei ... comorbidità dove coesistono disturbi da assunzione di sostanze e disturbi psichiatri- ci. ... Nella condizione di post-tossicodipendenza-detossificazione rimane ... personalità borderline, narcisistico e antisociale con i disturbi bipolari,. coesistenza di disturbi psichiatrici e della personalità, da un lato, e di ... Questione specifica 3: Comorbilità ... stress post-traumatico). ... distinzione tra i pazienti psichiatrici affetti da comorbilità ed i ... nello sviluppo della dipendenza; la dipendenza a sua volta è ... sostanze stupefacenti di sesso femminile, con comorbilità.

7.28 MB Dimensione del file
8865952873 ISBN
Gratis PREZZO
Psicotraumatologia e mentalizzazione. Questioni poste dalla comorbilità tra disturbi di personalità borderline con dipendenza da sostanze.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.thebestoftexasbarbecue.com o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Compra Psicotraumatologia e mentalizzazione. Questioni poste dalla comorbilità tra disturbi di personalità borderline con dipendenza da sostanze. SPEDIZIONE GRATUITA su ordini idonei

avatar
Mattio Mazio

Disturbi della personalità Dott.ssa Tjuana Foffo Il paziente Isterico: Una prospettiva post-moderna. L’isteria è la forma di disagio psichico più studiata dalla psicoanalisi. Quest'articolo vuole offrire ai lettori una panoramica attualizzante sul disturbo. I DISTURBI DI PERSONALITÀ: ELEMENTI CLINICI E COMORBILITÀ CON I DCA. Antonino Carcione . 10:30 – 11:30 LA CLINICA DEI DISTURBI DI PERSONALITÀ: I CICLI INTERPERSONALI. Antonino Carcione . 11:30 Pausa . 11:45 – 13:00 LA REGOLAZIONE EMOTIVA NEI DCA: ASPETTI TEORICI E CLINICI. Ilaria Riccardi . 13:00 - 13:30 DISCUSSIONE . 13:30 Light-Lunch

avatar
Noels Schulzzi

Tra i disturbi di personalità, il disturbo borderline è quello che giunge più comunemente all’osservazione clinica. Colpisce l’1,1%-2,5% della popolazione generale adulta, interessando principalmente il sesso femminile (70%) con enormi costi sociali, comparabili alla schizofrenia.

avatar
Jason Statham

Questo articolo è incentrato sulla possibile relazione tra disturbo dell’attaccamento e disturbo di personalità borderline nonché della gestione della relazione clinica con questo tipo di pazienti. Come è ben noto il disturbo borderline è un disturbo che ha delle gravi ripercussioni sulla funzionalità quotidiana e che ha altissimi costi sociali a causa dell’alto tasso suicidario Request PDF | On Jun 1, 2011, Carmela Mento and others published Psicotraumatologia e Mentalizzazione: questioni poste dalla comorbilità tra disturbi di personalità borderline con dipendenza …

avatar
Jessica Kolhmann

Carmela Mento is a Clinical Psychologist, Senior Assistant Professor of Clinical Psychology, currently works at the Department of Biomedical and Dental Sciences and Morphofunctional Imaging Il termine Disturbo Borderline di Personalità, o semplicemente Personalità Borderline, ha le sue radici nella psichiatria degli anni ’30 e ’40, quando alcuni clinici iniziarono a descrivere un gruppo di pazienti piuttosto speciali che non erano così malati da essere etichettati come schizofrenici o psicotici ma che erano senz’altro troppo disturbati per i trattamenti psicoterapici